Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.

Paolo Gonzato e l’isola delle ros

L’artista milanese ci racconta della sua ultima personale presso A Palazzo Gallery di Brescia.The Milanese artist tells us about his latest individual exhibition at A Palazzo Gallery of Brescia.

In una stanza costellata da stucchi e specchi d’epoca mette in scena la fine di un’utopia durata poco più di un anno, la detonazione di una forma, una struttura infranta, lo smantellamento di un sogno, rappresentato con materiale da cantiere in stallo e segnaletica d’attenzione. Attenzione da prestare a un presunto pericolo imminente, uno stato di squilibrio e collasso prossimo a venire.

Paolo Gonzato in due parole.

Contraddittoriamente realistico.

“L’isola delle rose”, da dove nasce questo titolo?

L’Isola delle Rose (esp. Insulo de la Rozoj), nome ufficiale Repubblica Esperantista dell’Isola delle Rose fu il nome dato a una piattaforma artificiale di 400 m² che sorgeva nel mare Adriatico a 11,612 km al largo delle coste dell’allora provincia di Forlì e 500 m al di fuori delle acque territoriali italiane; costruita dall’ingegnere bolognese Giorgio Rosa, il 1º maggio 1968 autoproclamò lo status di Stato indipendente.
Questo Stato, cui fu dato il nome ufficiale di Repubblica Esperantista dell’Isola delle Rose oltre a darsi una lingua ufficiale (l’esperanto), un Governo, una moneta e un’emissione postale non fu mai formalmente riconosciuto da alcun Paese del mondo.
Occupata dalle forze di polizia il 26 giugno 1968 e sottoposta a blocco navale, l’Isola delle Rose fu demolita nel febbraio 1969.

Qual è la genesi di questa mostra?

L’isola delle rose e’ un immagine utile a riconoscere nella forma concreta  di un evento storico il malinconico prolasso delle forme, un’ energia che implode deflagrando  superfici e strutture anche dall’interno della materia con terrecotte impastate con lo champagne, arazzi di feltro menomati  e macchiati da succo di mirtillo, tavole da  manutenzione stradale divelte e nastri da regalo bruciati senza più sorprese.
Focalizzarsi sulle utopie fallimentari in   uno stato precario di rigore e caos dove la  tensione prodotta e’ l’unico equilibrio possibile.

Prossimi progetti.

Sono  da poco tornato da Londra dove , durante Freize Art Fair, ho allestito i miei lavori della serie “ Out of stock” della collezione Fiorucci e dove resterò per qualche mese all’inizio del 2013 per realizzare un grande wall painting.
A breve presenterò un’automobile Renault di cui ho reinterpretato la carrozzeria vestendola da arlecchino.
A Torino, per la fiera Artissima, presento dei nuovi lavori con la galleria A palazzo di Brescia poi ho dei progetti sul design  e sul food e un multiplo in produzione per uno spazio londinese.

Foto: Courtesy A Palazzo Gallery, Brescia

www.apalazzo.ne

Invisibles Cities Festival: il debutto

Il trio di filmaker Karmachina, a Gorizia, per la prima edizione dell’ Invisibles Cities Festival

27/5/2015 A CURA DI

Biennale Arte 2015. Un’anteprima

All the World’s Futures, 56. Biennale Arte diretta da Okwui Enwezor. A Venezia, dal 9 maggio al 22 novembre

11/5/2015 A CURA DI

La videoarte è presente

Atelier Impopoulaire al Padiglione Italia delle Biennale Arte e al Gallery Weekend Berlin

4/5/2015 A CURA DI

Asmarina

Alan Maglio ci parla del suo nuovo film sulla comunità eritrea/etiope in Italia in prima visione il 5 maggio al Cinema Beltrade di Milano

30/4/2015 A CURA DI

Riprogrammare l’arte, in open source

Intervista a Domenico Quaranta

28/4/2015 A CURA DI

Intervista a Simone Mizzotti

L’artista ci racconta i nuovi progetti e ci svela alcune sue opere inedite

17/4/2015 A CURA DI

Tono semplice. Carolina Raquel Antich

L’artista visiva apre le porte dello studio e ci rivela il suo mondo

16/4/2015 A CURA DI

Franco Mazzucchelli al PlasMA

Dal 16 aprile all’ 8 maggio Franco Mazzucchelli in mostra al PlasMA di Milano

15/4/2015 A CURA DI

Arts & Foods alla Triennale: il cibo è un’opera d’arte

Il Palazzo della Triennale ospita la grande mostra Arts & Foods dal 9 aprile al 1 novembre 2015

14/4/2015 A CURA DI

Iaconesi e Persico: hacker open source

Iaconesi e Persico: la coppia di artisti che fa della fruizione open source il proprio manifesto

3/4/2015 A CURA DI

Live Works Performance Act Award Vol.3

Una conversazione con Simone Frangi su Live Works, la piattaforma di ricerca sulla performatività sviluppata da Centrale Fies in collaborazione con Viafarini

2/4/2015 A CURA DI

Sara Benaglia in mostra

Chiude il 5 aprile la mostra di Sara Benaglia nella cripta di San Michele al Pozzo Bianco di Bergamo

31/3/2015 A CURA DI

Immagini sonore. Fabio Orsi e Claudio Rocchetti in laguna

Dal 2 al 4 aprile si svolge il workshop Immagini Sonore, ideato dagli artisti Fabio Orsi e Claudio Rocchetti e dedicato al rapporto tra immagine e suono ambientale. Li abbiamo intervistati

19/3/2015 A CURA DI

L’ architettura di Renzo Piano

Il lavori del grande architetto dagli anni Settanta a oggi

13/3/2015 A CURA DI

Capire il proprio ritmo. Teresa Cos

L’artista visiva ci conduce nel suo universo, nelle sue letture e progetti futuri

12/3/2015 A CURA DI

La camicia bianca secondo Gianfranco Ferrè

Inaugura oggi a Milano la mostra che celebra il capo icona del designer milanese. A Palazzo Reale fino al 1 Aprile

10/3/2015 A CURA DI

Intervista a Martina Merlini

L’artista multidisciplinare racconta il suo universo, dove suggestive visioni naturali si combinano con strutture geometriche astratte

25/2/2015 A CURA DI

Scultura contemporanea. Fabrizio Prevedello

L’artista visivo racconta le sue opere e la fascinazione per la materia.

13/2/2015 A CURA DI

No curves. Esplorazioni, frontiere e nastro adesivo

Apre il 12 febbraio a Milano la mostra di No Curves, primo artista italiano della tape art, dedicata ai grandi esploratori della storia.

12/2/2015 A CURA DI

Alessandro Roma e Teresa Cinque. Due nuovi artisti italiani.

Inizia a collaborare con PIZZA Silvia Ferrari Lilienau, storica e critica dell’arte contemporanea, che ci fa conoscere due nuovi talenti dell’arte italiana.

11/2/2015 A CURA DI

Le interviste di Pizza. Caroline Corbetta.

Cinque domande per conoscere chi il sistema lo sta cambiando dall’interno.

30/1/2015 A CURA DI

Pizza incontra Paolo Gonzato

Uno dei nomi più hot della scena artistica italiana si racconta a PIZZA.

28/1/2015 A CURA DI

1965. Lisetta Carmi e i travestiti di Genova.

Lisetta Carmi, classe 1924, ha fotografato per prima i travestiti di Genova negli anni 60 documentando una sconvolgente realtà che non sembra troppo lontana da quella di oggi.

13/1/2015 A CURA DI

Principesse sopravvissute. Jacopo Benassi incontra Lisetta Carmi.

Lisetta Carmi classe 1924 e Jacopo Benassi classe 1970 si incontrano nella mostra PRINCESE per parlare di identità di genere e di come le cose a volte non cambiano.

13/1/2015 A CURA DI

Atelier Impopulaire. Due curatori artisti e la loro ricerca.

Ultimo appuntamento con Octology, la rubrica a cura di Zoe De Luca che per un anno, l’ottavo giorno di ogni mese, ha invitato creativi a raccontarsi attraverso una selezione di oggetti. Concludiamo con Atelier Impopulaire.

9/1/2015 A CURA DI

I vincitori del Premio Francesco Fabbri 2014

In mostra presso Villa Brandolini le opere vincitrici della terza edizione del Premio Francesco Fabbri per le arti contemporanee.

17/12/2014 A CURA DI

Vacanze romane per Codalunga

Marsèlleria, Diorama e Fabio Quaranta ospiti del programma culturale di Nico Vascellari nella capitale. In collaborazione di Sky Arte

6/12/2014 A CURA DI

Bellissima (come) Vanessa Beecroft

Quarto e ultimo approfondimento su Bellissima, la mostra sull’alta moda che inaugura al MAXXI di Roma il prossimo 2 dicembre.

28/11/2014 A CURA DI

Vedrai, vedrai: The Cool Couple

Terza conversazione che anticipa il film screening di domenica 23 novembre nell’ambito del Salone Europeo della Cultura.

21/11/2014 A CURA DI